Dei keniani costruiscono una barca fatta interamente di infradito e 10 tonnellate di plastica riciclata

Oltre ad utilizzare i rifiuti per qualcosa di pratico, cercano di creare consapevolezza sull’inquinamento della plastica.

Le infradito, generalmente, non sono delle calzature durature, molte volte, le persone che vanno in spiaggia le vedono come un prodotto usa e getta che utilizzano solamente quando frequentano questi luoghi. Per questo motivo, migliaia di tonnellate di ciabatte finiscono nell’oceano inquinando il nostro pianeta.

https://www.facebook.com/EcoWorldWatamuKE/photos/a.201691497144770/229222891058297/?type=3&theater

Ben Morison, è un operatore turistico di Lamu, in Kenya, e la maggior parte della sua attività si basa sulle escursioni in barca nell’oceano.

https://www.facebook.com/OneBrownPlanet/photos/a.251348738543715/255498001462122/?type=3&theater

Disgraziatamente, negli ultimi anni, portando i propri clienti in barca, Ben ha notato una crescente quantità di inquinamento della plastica e si è reso conto che questo problema danneggia la vita marina e il turismo.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10156900988343615&set=a.10156900987438615&type=3&theater

Dapo aver notato tutto questo, gli è venuta l’idea di costruire una barca con i rifiuti plastici, principalmente fatta con ciabatte e infradito, per creare consapevolezza sul problema dell’inquinamento. Così, ha reclutato un gruppo di volontari per raccogliere e riciclare la plastica ed ha ingaggiato degli ingegneri e degli artigiani per costruire l’imbarcazione.

https://www.facebook.com/WILKMag/photos/a.685374978202328/2213527598720384/?type=3&theater

Dopo più di due anni di duro lavoro, l’imbarcazione è stata varata e le è stato dato il nome di “Flipflopi dhow“. La barca è diventata ben presto un simbolo della crescente crisi dei residui plastici che vengono abbandonati ogni anno sulla spiagge e negli oceani.

https://www.facebook.com/oceanmimic/photos/a.196515721059631/264811644230038/?type=3&theater

La colorata imbarcazione è lunga 9 metri ed è stata realizzata con più di 10 tonnellate di plastica, principlamente con quella recuperata dalle infradito.

https://www.facebook.com/1778283969090789/photos/a.1885852691667249/2230209317231583/?type=3&theater

Sono circa 3 miliardi le persone che utilizzano queste calzature. Sono le calzature più onnipresenti. Le usano in Africa, le usano in Europa, in America, in Australia e anche in oriente. Abbattono le barriere linguistiche e non conoscono limiti nemmeno per quanto riguarda l’età“, afferma Ben.

https://www.facebook.com/CoalesceMedCom/photos/a.136677163175691/161864807323593/?type=3&theater

Ben, con la propria barca, cerca di ispirare altre persone a realizzare con i materiali riciclati questo tipo di cose in tutto il mondo.

https://www.facebook.com/Connect4Climate/photos/a.254404314584900/2702989389726368/?type=3&theater

La Flipflopi ha realizzato alcuni viaggi brevi vicino a Lamu, ma si spera che presto possa raggiungere delle destinazioni più lontane, di modo che il suo equipaggio possa informare sempre più persone su questo problema.

https://www.facebook.com/Jagaron.Bangla/photos/a.1415017318772268/2149023222038337/?type=3&theater

Potrebbe interessarti Carrefour cambia la plastica con una rete di cotone per l’acquisto della frutta

Cosa ne pensi della barca di Ben? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano vederla. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Hai una storia da raccontarci? Scrivi a [email protected]

Potrebbe interessarti:
Back to top button
Curiosando si impara

GRATIS
VISUALIZZA