Muore il suo cane, lei si sente male e non si presenta al lavoro: cameriera licenziata

Una ragazza afferma di essere stata licenziata lo stesso giorno in cui è morto il suo cane di famiglia e, per questo, ha dato il via ad una petizione per il congedo per lutto, quando i dipendenti perdono i propri animali domestici.

Emma McNulty, di Glasgow, in Scozia, ha dichiarato di essere troppo abbattuta per riuscire a lavorare dopo la morte della sua cagnolina Millie ed ha chiesto un giorno di permesso ai propri datori di lavoro.

La studentessa diciottenne, che lavora in un’azienda di fast food locale nel fine settimana, ha detto che si sentiva troppo male per poter riuscire a lavorare il giorno stesso che aveva perso la propria amica.

Si è ammalata gravemente sabato sera e abbiamo dovuto farla sopprimere la domenica. Ero devastata, sconvolta e fisicamente distrutta. Millie aveva 14 anni e io ho 18 anni, quindi non ricordo un periodo in cui non abbia fatto parte della mia vita. Abbiamo sempre fatto tutto insieme. Ero così vicino a lei ed era la mia migliore amica“, ha raccontato Emma.

Sono stata licenziata lo stesso giorno in cui ho perso il mio cane. Pensavo che il mio datore di lavoro avrebbe mostrato un po’ di compassione. Invece mi è stato detto di trovare qualcuno che mi sostituisse e che se non fossi andata avrei rischiato il licenziamento“, ha detto la ragazza.

Quando ho detto loro che non riuscivo a trovare un sostituto, mi è stato detto di non presentarmi per nessun altro turno“, ha aggiunto amareggiata.

Emma sostiene che perdere un animale domestico sia come perdere un membro della propria famiglia e, per questo motivo, ha avviato una petizione chiedendo ai datori di lavoro di riconoscere il lutto degli animali domestici, allo stesso modo di un membro della famiglia umana.

La sua petizione online su change.org ha già raggiunto più di 16 mila sostenitori.

Purtroppo, ad oggi, gli animali domestici non sono specificamente menzionati nella legislazione sul lutto sul posto di lavoro, ma la morte di un animale domestico amato può avere un impatto sulla salute mentale di un lavoratore e un buon datore di lavoro dovrebbe essere sensibile e consapevole del benessere dei propri dipendenti.

Potrebbe interessarti Gli scienziati spiegano perché quando si perde un cane ci si sente come quando si perde una persona amata

Cosa ne pensi? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere la storia di Emma e dirti la loro opinione. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Hai una storia da raccontarci? Scrivi a [email protected]

Scegli il regalo perfetto:
Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.