Muore il nonno di Paris Hilton e lascia solo il 3% della sua fortuna alla propria famiglia

Barron Hilton, il noto imprenditore, è venuto a mancare nei giorni scorsi a Los Angeles all’età di 91 anni per cause naturali. La nipote trentottenne, Paris Hilton, sui social network ha condiviso diverse immagini del proprio nonno, definendolo “una leggenda, un uomo visionario, brillante, bello e generoso che ha vissuto una vita piena di successi e di avventure“.

L’uomo è stato a capo della Hilton Hotels Corporation per più di 30 anni ed è riuscito ad espandere notevolmente la catena di alberghi che era nata da suo padre. Tuttavia, l’imprenditore, nel 2007, aveva affermato che tutta questa enorme ricchezza non sarebbe mai arrivata nelle mani dei propri eredi, poiché aveva deciso di fare come il proprio padre donando il 97% del proprio patrimonio netto. Attualmente, questa percentuale è stata valutata per 2,3 miliardi di dollari dall’organizzazione no profit della famiglia, la Conrad N. Hilton Foundation.

Per questo, i suoi otto figli, i 15 nipoti (Paris compresa) e i 4 bisnipoti, potranno suddividersi e godersi solamente il 3% della sua fortuna. Prima di iniziare a lavorare nella catena alberghiera, Barron era un fotografo nella marina e questa è rimasta una passione che lo ha accompagnato per tutta la vita.

Nonostante tra Paris e il nonno ci siano stati alcuni problemi in passato, negli ultimi anni erano riusciti a riavvicinarsi.

La donna ha scritto: “Fin da quando ero piccola l’ho sempre ammirato molto come uomo d’affari“.

Mi sento fortunata per aver avuto un mentore così incredibile. Ho sempre voluto fare in modo che si sentisse orgoglioso di me. L’ultima volta che abbiamo potuto parlare, gli ho rivelato l’impatto che ha avuto sulla mia vita. Il suo spirito, il suo cuore e il suo pensiero vivranno in me“, ha concluso l’imprenditrice statunitense.

Potrebbe interessarti Lionel Messi costruisce il più grande centro in Europa per la cura del cancro infantile

Cosa ne pensi della generosa donazione di questo famoso uomo? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano dirti la loro opinione. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se hai una storia da raccontare, scrivi a info@curiosandosimpara.com

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

6K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>