315 miliardi di tonnellate di ghiaccio si sono appena staccate dall’Antartide

Nella nostra epoca, i cambiamenti climatici rappresentano una problematica seria che interessa l’intera popolazione mondiale, poiché gli effetti devastanti che ne derivano sono ormai sempre più evidenti giorno dopo giorno.

Un iceberg, che contiene 315 miliardi di tonnellate di ghiaccio e che misura 1636 chilometri quadrati, ha in poco tempo frantumato la piattaforma di ghiaccio Amery in Antartide. A causa della sua estrema grandezza, deve essere costantemente monitorato dagli esperti, poiché potrebbe costituire un pericolo per le rotte di navigazione. L’area dell’Antartide che si è staccata dalla base, è stata chiamata “D28 o dente allentato”, proprio per la sua somiglianza ad un dente da latte di un bambino.

 

 

 

 

 

Era dagli anni ’60 che dalla piattaforma Amery non si staccava un iceberg di tali dimensioni.

Alla BBC News, la professoressa Helen Frieker, della Scripps Institution of Oceanography, ha affermato che un tale distacco dalla piattaforma era stato già preannunciato tra il 2010 e il 2015 . Inoltre, la donna, con l’intento di rassicurare coloro che sono spaventati per i cambiamenti climatici ha detto: “Come mostrano i satelliti che monitorano la zona dagli anni ‘90, la piattaforma è in equilibrio con il suo ciclo di vita, nonostante la percezione in superficie dell’aumento delle temperature che ha dovuto subire quest’estate“.

Secondo l’esperta, bisogna in ogni caso stare in allerta perché la perdita di una sezione della piattaforma Amery potrebbe influenzare gli equilibri e i movimenti delle aree circostanti, scatenando un effetto domino e la possibile rottura totale dell’intera area ghiacciata.

Potrebbe interessarti “Un albero in più” per ogni italiano, il meraviglioso progetto per contrastare il cambiamento climatico

Cosa ne pensi di questo enorme problema e cosa potremmo fare nel nostro piccolo per contrastarlo il prima possibile? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se hai una storia da raccontare, scrivi a info@curiosandosimpara.com

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

449 Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>