Armani ha deciso di convertire tutti i suoi stabilimenti per produrre solo camici monouso

Nonostante l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, il popolo italiano continua a rimanere unito per riuscire a sconfiggere questo terribile nemico. Oltre a tutti i cittadini che stanno facendo il loro dovere restando in casa, molti grandi marchi del nostro paese si sono messi in gioco per vincere insieme questa partita.

Dopo l’annuncio di Calzedonia, con il quale ha affermato di convertire i propri stabilimenti per la produzione di mascherine e camici, anche Giorgio Armani ha fatto la medesima scelta e ha comunicato la propria decisione in una nota del Gruppo.

https://www.facebook.com/GiorgioArmani/photos/a.110729633806245/117971273082081/?type=1&theater

Tutti gli stabilimenti sul territorio nazionale destinati alla produzione di capi di abbigliamento, ora lavoreranno solamente per creare camici monouso da destinare alle strutture ospedaliere italiane e a tutti gli operatori sanitari impegnati nella lotta al coronavirus.

Fin dai primi giorni dell’emergenza, Giorgio Armani ha voluto sostenere con una donazione complessiva di ben 2 milioni di euro la Protezione Civile e gli ospedali Luigi Sacco, San Raffaele, l’Istituto dei Tumori di Milano e lo Spallanzani di Roma, oltre all’ospedale di Bergamo, a quello di Piacenza e a quello della Versilia.

https://www.facebook.com/barlenbra/photos/a.119640494793411/2891407570950009/?type=3

Di certo, i camici che usciranno dai laboratori di Armani saranno i capi più semplici mai prodotti da questa nota azienda, ma, di fatto, saranno anche i più belli e preziosi mai creati prima.

Un grazie di cuore a tutte queste persone che stanno facendo il possibile perché quest’emergenza finisca al più presto.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Cosa ne pensi della decisione di Armani? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti notizie. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

Potrebbe interessarti:
Back to top button