Quest’orsa ha perso tutto il pelo dopo essere stata usata in un circo per molti anni

Per fortuna, le leggi che tutelano il benessere e la salvaguardia degli animali sono sempre più severe, tuttavia, nel mondo esistono ancora moltissime realtà nelle quali queste creature indifese vengono sfruttate e maltrattatate solamente per scopi economici.

Questo è proprio quello che è accaduto alla povera Cholita, un’esemplare femmina di orso dagli occhiali (Tremarctos ornatus), una specie in pericolo di estinzione, che ormai è quasi irriconoscibile per via dei tremendi abusi subiti all’interno di un circo peruviano. L’orsa era stata sottratta alla propria madre quando era ancora molto piccola, dopodiché, per renderla meno pericolosa, le amputarono parte delle zampe e le ruppero i denti lasciandola completamente indifesa.

Cholita fu costretta a vivere in una gabbia dalle dimensioni piccolissime per circa 10 anni e lo stress a cui venne sottoposta le fece perdere completamente il pelo. Dopo tutto questo tempo, le autorità del Perù decisero di intervenire e di confiscare l’orsa al circo per trasferirla in uno zoo, nel quale sarebbe dovuta rimanere fino a quando non avrebbe trovato una casa definitiva, ma, a causa delle sue condizioni di salute e del suo aspetto, nessuno sembrava volersene occupare e per questo rimase rinchiusa in un’altra gabbia per altri 10 lunghi anni.

Finalmente, nel 2015, la dolce Cholita potè assaporare una sorta di libertà, dopo che l’organizzazione Animal Defenders International (ADI) intervenne in suo aiuto. L’orsa dovette affrontare un lungo viaggio di due giorni per arrivare presso l’ADI Spirit of Freedom, dove venne tenuta sotto stretta osservazione da un team di veterinari, i quali fecero di tutto affinché potesse recuperare le forze e la voglia di vivere.

Grazie alle cure, all’alimentazione sana e a quel senso di libertà a lei sconosciuto, Cholita iniziò a stare sempre meglio, al punto che decisero di trasferirla nella splendida Riserva ecologica di Taricaya, dove dei volontari progettarono e costruirono un habitat sicuro fatto su misura per lei, completo di un laghetto e una grotta completamente immersi nel verde. Chiaramente, l’anziana orsa non è purtroppo in grado di provvedere a se stessa e, per questo, viene seguita dagli operatori della riserva che le forniscono il cibo e le medicine di cui ha ancora bisogno.

Ora Cholita è felice perché può esplorare la natura, può muoversi liberamente e può riposare tranquilla senza paura che qualcuno possa farle di nuovo del male, inoltre, ha la possibilità di interagire con Lucho e Sabina, due orsi che, come lei, sono stati salvati dagli operatori dell’organizzazione ADI.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi della sua storia? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

Potrebbe interessarti:

Non perderti:

Altri articoli

<
>