20 racconti di genitori a cui si sono rizzati i capelli in testa ascoltando le storie dei loro figli

I bambini sono delle creature sincere che dicono sempre quello che sta passando loro per la testa, tuttavia, a volte, nonostante la loro tranquillità nel raccontarle, le loro storie possono essere davvero strane e, in alcuni casi, persino inquietanti.

Di fatto, sembra che i più piccoli abbiano una sensibilità particolare che, purtroppo, si perde crescendo, per questo, sul web si possono trovare i racconti di alcuni genitori che, dopo aver parlato con i propri figli, sono rimasti sbalorditi e hanno voluto condividere con gli altri utenti le loro parole.

1#

I miei figli non hanno mai conosciuto mio nonno, ma dicono sempre che gli manca. La cosa davvero impressionante è che la prima volta che videro una sua foto lo riconobbero immediatamente“. Facebook/Aline Lucas

2#

Mio figlio di 4 anni continua a dirmi che ai suoi tempi non c’era la stufa e che si faceva tutto con la legna“. Facebook/Natália Bueno Louzano

3#

Mio figlio di 4 anni dice da sempre di aver vissuto in Francia. Un giorno stavamo guardando la TV quando, ad un certo punto, è apparsa una foto del Museo del Louvre, di cui lui non conosce nemmeno l’esistenza. E lui mi ha detto: ‘Guarda mamma, è il Louvre, in Francia, io sono stato lì’“. Facebook/Daniela Gimenez

4#

Mia figlia gioca spesso a nascondino con suo nonno. Normalissimo, l’ho persino aiutata a cercarlo in alcuni posti. Il fatto è che lei non ha mai conosciuto nessuno dei suoi nonni“. Facebook/Fran Soares

5#

Quando mio figlio aveva circa 4 anni andammo a trovare sua nonna che viveva in un altro stato. Appena arrivati, lo portai a fare una passeggiata nel quartiere e gli mostrai un ruscello con una piccola cascata. Mentre camminavamo gli raccontavo storie di come io e i miei amici ci divertivamo lì quando eravamo adolescenti. Improvvisamente mi interruppe e disse: ‘Conosco questo posto, lo conosco già! Anch’io ero qui con te’“. Facebook/Ze Bambu

6#

Tempo fa comprammo una poltrona per la casa. Quando mio figlio la vide affermò subito che era la sua, si sedette e disse: ‘Mamma, puoi portarmi una tazza di tè?’. Io, ridendo, risposi: ‘Da quando ti piace il tè?’. Lui mi disse che gli era sempre piaciuto bere il tè seduto su quella poltrona. Gli chiesi da quanto tempo avesse quell’usanza e lui, ridendo, rispose: ‘Oh mamma… Certo, non ti ricordi, sono passati più di 100 anni’. Aveva solo 3 anni, non poteva sapere cosa significano 100 anni“. Facebook/Renata Arantes

7#

Mia madre chiese a mio fratello di 3 anni dove volesse fare la sua festa di compleanno. Lui rispose: ‘Da nessuna parte, la mia festa sarà in paradiso’. Fu il mese più straziante della vita di mia madre. Grazie a Dio, ora ha 22 anni. Chissà perché disse quelle parole“. Facebook/Leticia Imperador

8#

Quando mia figlia aveva circa tre anni giocava spesso come se ci fosse qualcuno insieme lei, mentre in realtà era sola. Un giorno, scherzando, le chiesi con chi stesse parlando e lei mi rispose: ‘Con la mia amica Bili’. Le chiesi come fosse questa amica e lei rispose che assomigliava ad un drago“. Facebook/Tamires Camilo

9#

Un giorno, mentre stavamo andando in macchina, passammo davanti a una casa dove mia madre aveva vissuto prima ancora che io nascessi. Nemmeno io sapevo che quella fosse stata casa sua, ma mio figlio la guardò e disse: ‘Nonna, ricordi quando vivevo nella tua pancia e vivevamo lì?’. Rimanemmo tutti a bocca aperta e mia madre gli disse: ‘No amore, ti sbagli, tu non hai mai vissuto lì’. Lui guardandola le rispose: ‘Sì nonna, io ho vissuto lì, ho vissuto nella tua pancia, però ora sono nato dalla pancia di mamma. Ho vissuto nella tua pancia, sono tuo figlio’. Lui afferma sempre di essere figlio di mia madre. Nota importante: prima che mia madre restasse incinta di me, perse un bambino al 7° mese di gravidanza. Mio figlio e mia madre provano l’uno per l’altra un amore unico“. Facebook/Ane Carvalho

10#

Mio figlio a 5 anni mi disse che avrebbe sposato Juliana. Non conoscevo nessuno con quel nome. Cercai nella sua scuola, nel quartiere, tra i cugini, ma non trovai nessuno con quel nome. Un giorno gli chiesi: ‘Tesoro, dove abita Juliana?’, e lui mi rispose che non era ancora nata”. Facebook/Lu Macedo

11#

Mio figlio ha quattro anni e da un paio di anni racconta di quando mia madre, sua nonna, e mio marito, suo padre, vivevano nel bosco. Lui racconta sempre varie storie ambientate in questa foresta, ma la più impressionante e che lui ripete più spesso parla di quando, un giorno, mentre lui era già adulto e la nonna Silvana era sua madre, l’intera foresta prese fuoco e loro andarono a vivere in paradiso“. Facebook/Ariane Diego Melo

12#

Mia madre era incinta, ma ancora nessuno lo sapeva, nemmeno lei. Un giorno andai da lei e le dissi: ‘Mamma, è un maschio!’. Mi chiese se stessi impazzendo, ma subito dopo scoprì che ero davvero incinta del mio fratellino che ora ha 15 anni“. Facebook/Juliane Dal Col

13#

Un giorno il figlio della vicina, che aveva circa cinque anni, venne a casa mia per giocare. Era seduto sul letto in camera mia guardando il soffitto e mi disse: ‘La tua casa non è bella, però mi piace starci perché ho già vissuto qui“. Facebook/Maura Stella Albertin

14#

Mia figlia aveva 2 anni quando rimasi incinta per la seconda volta. Dopo aver fatto l’ecografia si scoprì che era una bambina. Quando glielo dissi, lei mi rispose di no ed affermò che era il piccolo Eduardo (non conoscevamo nessuno con quel nome), e che lei aveva giocato con lui nel suo sogno, dove lui gli disse di chiamarsi Eduardo.
Non demmo importanza alla cosa, ma quando andammo a fare l’ecografia successiva ci dissero che era un maschio. Quando andai a dirlo a mia figlia, lei disse che lo sapeva già e che mi aveva già detto una volta che era il piccolo Eduardo“. Facebook/Larissa Altava de Araujo

15#

Nicolas, mio ​​figlio di 5 anni, ha detto che prima di stare con me viveva in una casa dentro la mia pancia, giocava molto e si sdraiava su un’amaca“. Facebook/Joana Farias

16#

Una volta mostrai a mio figlio le foto di un parco naturale, dicendogli che mi sarebbe piaciuto visitarlo. Si voltò e mi disse: ‘Mamma, è bellissimo lì, il fiume è azzurro e profondo. Ci sono molte grandi rocce come nel Grand Canyon e adorerai tutti i fiori colorati“. Facebook/Dayane Reis

17#

“Quando mia figlia aveva un anno e 10 mesi mi disse: ‘Dov’è il bambino?’. Sostenendo che ne avessi uno nella pancia e che si sarebbe chiamato George. Il giorno dopo feci degli esami del sangue e risultò che ero davvero incinta. Dopo qualche tempo l’ecografia mostrò che si trattava di un maschietto“. Facebook/Cláudia Barbosa Sumage

18#

Quando avevo 6 anni lasciai la scuola senza che nessuno mi vedesse e tornaia casa, nel frattempo, mia madre andò a scuola a prendermi ma io non c’ero. Tornò di corsa a casa ed io la stavo aspettando seduta davanti alla porta d’ingresso. Quando mi chiese chi mi avesse accompagnato, io risposi: ‘Lo zio João”. João era il fratello di mio padre, morto di tetano dopo sette giorni dalla nascita. Lui era il 6° figlio, mio padre è il 7° di 11 fratelli“. Facebook/Kamila Monteiro

19#

Ero in cucina a preparare la colazione e mio figlio Nohlan di 3 anni, che era seduto a tavola, mi chiese: “Mamma, perché il cielo è tanto freddo?”. Mi girai e gli chiesi di ripetere quello che aveva detto e lui mi disse strofinandosi le piccole braccia e tremando di freddo: “Perché il cielo è tanto freddo, lì sono tutti freddi“.

20#

Quando chiesi a mio figlio di 5 anni come facesse a fare tutto così abilmente, mi rispose che, prima di venire qui da noi, qunado viveva “là” a casa sua doveva fare tutto da solo. Mi si sono rizzati i capelli in testa“. Facebook/Irina Kazak

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

I tuoi figli ti hanno mai raccontato storie da pelle d’oca? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Back to top button