Dopo la morte di suo figlio questo papà ha deciso di raccontare la sua storia affinchè tragedie del genere non succedano mai più

La storia che racconteremo ha avuto inizio nel 2013.

Emanuele era un ragazzino di soli 16 anni che si è visto stroncare la sua vita a seguito di un’immane disgrazia: in una serata come tante, il giovane decise di provare una sostanza stupefacente, un acido per la precisione. Quella piccola quantità gli provocò uno sballo ed una euforia incredibile, così tanto incredibile che alla fine, il giovane venne spinto addirittura a buttarsi nel fiume vicino casa portandolo ad una morte prematura.

A seguito della disgrazia la comunità locale rimase scioccata e dimostrò vicinanza e solidarietà alla famiglia di Emanuele. Di fronte a vicende di questo tipo dove un ragazzo di soli 16 anni va incontro ad un destino del genere non possiamo che rimanere scioccati; ciononostante qualcosa andava fatto e questo Gianpietro lo sapeva.

Gianpietro decide di aiutare i giovani

Fonte immagine: comitatogenitorigrumbolo.blo

Diverso tempo dopo, il padre di Emanuele, Gianpietro decise di raccontare la sua storia al fine di sensibilizzare giovani e giovanissimi: egli ha cominciato a girare per le scuole e per altri luoghi pubblici ed infine decise di creare un’associazione in memoria di suo figlio, Pesciolino Rosso.

Le parole di Gianpietro hanno raggiunto migliaia di persone riscuotendo un enorme successo, la sua campagna ha lo scopo di far sviluppare nei giovani la consapevolezza che la vita è preziosa e che dobbiamo preservarla mettendo a nudo il nostro ingegno e la nostra creatività in modo tale da capire che le sostanze dannose sono spazzatura per il nostro corpo e la nostra anima.

Lasciami Volare: molto più di una semplice dedica

Gianpietro ha pubblicato un libro intitolato Lasciami Volare. Il libro è diviso in 2 parti: la prima parte è “dialogo per i figli” mentre la seconda è “dialogo per i genitori“.

Ora riporteremo (sotto forma di video) un passaggio del libro, qui il padre ha voluto raccontare meglio il dramma ed ha voluto far rivivere in pieno il ricordo di suo figlio, buona visione:

Gianpietro è la prova vivente che niente muore ma tutto si trasforma: l’odio in amore, la rassegnazione in tenacia, la debolezza in forza…Ema in un pesciolino rosso.

Il libro “Lasciami volare” si può trovare su Amazon QUI

Cosa ne pensi delle parole di Gianpietro? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere le parole di questo padre coraggioso con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Condivisioni 670

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *