Jon Bon Jovi non fa pagare il conto ai bisognosi nel suo ristorante. Gli permette di collaborare per guadagnarsi il proprio pasto

Ognuno fa con il proprio denaro ciò che desidera, questo è un dato di fatto, tuttavia, siamo felici ogni volta che vediamo una persona famosa e benestante che fa qualcosa per i più bisognosi, perché aiutare il prossimo, per quanto possibile, resterà sempre una bella abitudine.

Da alcuni anni a questa parte, il cantante Jon Bon Jovi e sua moglie Dorothea hanno inaugurato un Community Restaurant senza scopo di lucro di nome Soul Kitchen che si trova a Red Bank nel New Jersey, negli Stati Uniti.

https://www.facebook.com/JBJSoulKitchenRedBank/photos/a.313357962008273/1139083182769076/?type=3&theater

Non si tratta di un ristorante di lusso e i camerieri che ci sono al suo interno non sono dei professionisti, ma l’energia che emana questo locale è davvero meravigliosa. Di fatto, non è un ristorante come tutti gli altri, perché qui ci possono andare a mangiare anche le persone che non hanno abbastanza soldi per permettersi un pasto.

Potrebbe interessarti Case ecologiche per poche centinaia di euro: l’incredibile tecnica del superadobe

Un particolare metodo di pagamento

https://www.facebook.com/JBJSoulKitchenRedBank/photos/a.313357962008273/2673553539322025/?type=3&theater

Il Jon Bon Jovi Soul Kitchen è un ristorante che non presenta alcun prezzo nel menù; i commensali sono invitati a lasciare una donazione suggerita di 20 dollari, però se non dispongono di abbastanza soldi per pagare la cena, è possibile lavorare all’interno della struttura come volontari per sdebitarsi.

Il menù del giorno, nel quale sono presenti diverse opzioni tra cui poter scegliere, è semplice e saporito. Le pietanze vengono preparate dagli chef, i quali si ispirano alla cucina regionale americana e utilizzano ingredienti freschi e di proveninenza locale.

https://www.facebook.com/JBJSoulKitchenRedBank/photos/a.313357962008273/2666226076721438/?type=3&theater

Un ristorante comunitario è un luogo aperto a tutti e nel quale non vengono fatte distinzioni di nessun tipo. Come anticipato, se una persona non può permettersi di pagare il conto ha la possibilità di entrare a far parte del programma di volontariato, il quale prevede un breve periodo di formazione per via delle rigide regolamentazioni sulla manipolazione dei prodotti alimentari.

Il ristorante non solo offre dei pasti ai più bisognosi, ma cerca anche di educare le persone ad un lavoro, infatti parte della loro missione consiste nell’aiutare i disoccupati facendoli seguire da un team di professionisti volontari che forniscono formazione professionale, life coaching, coaching finanziario e consulenza legale per raggiungere i propri obiettivi.

https://www.facebook.com/JBJSoulKitchenRedBank/photos/a.2628756583801721/2631219940222052/?type=3&theater

Oltre a questo, la fondazione ha costruito oltre 500 appartamenti per le persone in difficoltà che vengono messi a disposizione a prezzi accessibili. Jon Bon Jovi spera di poter continuare ancora a lungo con questo suo progetto per poter aiutare più persone possibili.

Potrebbe interessarti Le Tiny House sono le case del futuro. 250 euro per 7 anni e senza nessun mutuo

Cosa ne pensi della missione di questo grande cantante? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button