Casette per gli insetti. Cosa sono e a cosa servono?

Anche se vengono utilizzate come rifugio da molti insetti, come per esempio le coccinelle, i principali occupanti di queste casette sono le api e le vespe solitarie, le quali le utilizzano per costruire le celle dove si svilupperà la loro progenie.

Potrebbe interessarti A Londra stanno costruendo un corridoio di fiori lungo 11 km per aiutare le api

In natura, questi imenotteri solitari cercano tutti i tipi di fori e gallerie scavate solitamente nel legno morto da una grande varietà di xilofagi, soprattutto dalle larve di coleottero.

Quando rimuoviamo la maggior parte di questi rami o tronchi morti dall’ambiente, generiamo un grave impatto su tutte le specie di insetti che dipendono da essi e non solo, perché andiamo a interferire anche sulle vite di tutti gli animali che si nutrono di loro.

Anche le api e le vespe solitarie vengono danneggiate da questo nostro concetto di “sporcizia” della natura, perché esistono boschi interi nei quali è veramente difficile trovare un albero morto.

Nelle città e nelle aree verdi il problema è ancora più grave, perché risulta ancora più complicato trovare queste piccole gallerie. Le casette sono un modo efficace per compensare la carenza di fori naturali.

Perché aiutare le api e le vespe solitarie?

Le api solitarie sono degli efficienti impollinatori, vitali perché la maggior parte delle nostre coltivazioni possano fruttificare. Negli ultimi anni si parla sempre più spesso di questi importanti insetti e sono state create numerose campagne per eliminare l’uso dei pesticidi.

Nonostante lo facciano in misura minore rispetto ad altri insetti, anche le vespe solitarie impollinano poiché gli adulti si appoggiano sui fiori alla ricerca dei nutrienti offerti dal nettare. Però, a differenza delle api, le vespe non hanno bisogno di accumulare polline o nettare per la loro prole, perché le loro larve sono carnivore e questo le rende delle inestimabili cacciatrici di parassiti.

Le casette per gli insetti possono essere di ogni dimensione e forma e sembrano quindi essere la soluzione ideale per chiunque disponga di uno spazio all’aperto. Queste dimore per insetti impollinatori si possono trovare già pronte su Amazon a questo link; una delle caratteristiche principali da verificare è che le gallerie abbiano una profondità di almeno 10 centimetri. Sul sito si possono trovare anche dei set per poterle costruire da soli, ma si possono utilizzare anche dei materiali di riciclo e per farlo ci sono diversi utili tutorial su Youtube.

Potrebbe interessarti Per questo devi mettere un cucchiaio con acqua e zucchero in giardino o sul balcone

Conoscevi le casette per insetti? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impra.

Potrebbe interessarti:
Back to top button