Una pecora ringrazia il cane che l’ha appena salvata da un lupo appoggiando dolcemente la testa sulla sua

Una pecora ha ringraziato il cane che si stava prendendo cura del gregge, per averla salvata da un lupo. L’ha fatto appoggiando la sua testa su quella del cane ed il momento è stato immortalato in una foto che è diventata virale.

Si è dimostrata la forte lealtà dei cani, che non hanno esclusivamente nei confronti dei loro amici umani, ma anche verso altri animali. Non importa chi avrà davanti o chi dovrà difendere, un cane che riceve un addestramento specifico proteggerà senza alcuna esitazione.

Un chiaro esempio sono sicuramente i cani da pastore, i quali vengono cresciuti con lo scopo di radunare i greggi di pecore. I cosiddetti cani da pastore possono appartenere a diverse razze canine e, tra queste, alcune sono in grado di difendersi anche dai lupi. Una tra le più famose è originaria della Turchia e si chiama Kangal.

Questa razza è stata selezionata nel corso dei secoli con il solo scopo di proteggere le pecore dagli attacchi da parte dei lupi selvatici. Questa particolare attitudine rende il Kangal un formidabile cane da guardia, più che da pastore.

Sono cani molto forti, tuttavia viene fornito loro un supporto che li possa aiutare a difendersi durante eventuali attacchi. A questi cani, spesso, viene fatto indossare un collare chiodato, il quale non risulta molto confortevole, ma ha una funzione importante.

Inizialmente, questi grossi collari servivano esclusivamente per identificare gli animali, ma, in seguito, sono diventati accessori molto funzionali. Vennero inventati dagli antichi Greci che aggiunsero le punte di metallo per difendere i cani dagli attacchi dei lupi selvatici.

Proprio per questo motivo, immagini simili a questa, dove una pecora sembra che stia ringraziando un cane che l’ha appena salvata dall’attacco di un lupo, non sono insolite.

Anche la vista del sangue in questi scatti è piuttosto comune, ma non c’è da temere, poiché molto spesso appartiene ai predatori e non ai cani che difendono il loro gregge.

Secondo il dott. Keith Kendrick dell’Università di Cambridge, le pecore possono identificare le emozioni dell’uomo e di altre specie con cui condividono la propria vita. “Le pecore son in grado di riconoscere i volti, pertanto riescono ad identificare anche le emozioni più sottili. Si è scoperto che sono in grado di distinguere gli umani sorridenti da quelli arrabbiati, così come le pecore stressate rispetto a quelle calme”.

Potrebbe interessarti Questo nonno ha costruito un trenino per portare a spasso i cani che ha salvato dalla strada

Cosa ne pensi di questa meravigliosa immagine in cui la pecora mostra la propria gratitudine? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano vedere questa dolce foto. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se hai una storia da raccontare, scrivi a [email protected]

Potrebbe interessarti:
Back to top button