La raccolta dei tappi di plastica funziona. Grazie ad essa sedie a rotelle e altre attrezzature sono state donate alle associazioni

Un gruppo di volontari di Cremona è riuscito a raccogliere ben 38 mila chili di tappi di bottiglie di plastica per venderli e acquistare 36 sedie a rotelle e due climatizzatori portatili, da donare ad alcune fondazioni presenti sul territorio nazionale.

Da alcuni anni, le aziende e le associazioni locali hanno preso parte all’iniziativa e hanno iniziato a raccogliere migliaia di tappi da portare ai volontari e presso i punti di raccolta. Successivamente, i volontari provvedono a lavarli e a smistarli, per poi consegnarli all’azienda di materie plastiche Seoran di Sesto Cremonese, la quale li acquista per realizzare materiali per l’edilizia e per il giardino.

Grazie alla solidarietà e alla volontà di coloro che hanno contribuito alla raccolta, sono state donate carrozzine e condizionatori alla Fondazione Sospiro di Cremona e ad altre associazioni.

https://www.facebook.com/fondazionesospiro/photos/a.1546584908983362/2240979546210558/?type=3&theater

Giorgio Rampi, responsabile del gruppo, ha spiegato che nel corso di questi anni sono stati raccolti e smistati più di 38 mila chili di tappi, che con la loro vendita hanno permesso l’acquisto di 36 sedie a rotelle e 2 climatizzatori portatili donati a Fondazione Sospiro e non solo.

Questa bella iniziativa continua a raccogliere i suoi frutti. Infatti, nei giorni scorsi sono state acquistate altre sedie a rotelle, che sono state, ancora una volta, donate alla Fondazione Sospiro e ad Anffas Cremona Onlus. Inoltre, raccogliere tappi è anche una buona azione per aiutare l’ambiente.

Chiunque voglia partecipare all’iniziativa può contattare la Fondazione Sospiro o consultare la mappa di alcuni punti di raccolta dei tappi di plastica presenti in Italia. Nel caso in cui nel vostro comune non sia ancora partita l’iniziativa, è possibile installare dei contenitori, in modo da coinvolgere anche associazioni, amministrazioni comunali e provinciali, scuole, negozi, aziende di raccolta dei rifiuti o gruppi di cittadini.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Cosa ne pensi di questa meravigliosa iniziativa? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano conoscerla. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

Potrebbe interessarti:
Back to top button