Questi sono i tessuti più sicuri per realizzare mascherine fatte in casa, secondo un nuovo studio

A causa dell’emergenza sanitaria per conoravirus che stiamo affrontando, sembra che per uscire di casa dovremo portare per diverso tempo le mascherine, di modo da tutelare la nostra salute e quella del prossimo. Tuttavia, non è sempre facile reperirle e, spesso, i prezzi non sono contenuti, per questo motivo sul web si possono trovare diversi tutorial che ci permettono di crearle a casa.

Di fatto, esistono dei tessuti che sono più adeguati e che proteggono più di altri e un nuovo studio effettuato da Smart Air, un’azienda internazionale che si occupa di depuratori d’aria economici e sostenibili, ci mostra quali sono.

Smart Air ha voluto provare ben 30 materiali differenti che includono filtri per caffè, federe, panni, maglie di cotone, lana, lenzuola, poliestere, denim.

I fattori che sono stati valutati sono l’efficacia nel filtrare le microparticelle di dimensioni del coronavirus e la loro traspirabilità.

https://www.facebook.com/smartairfilters/photos/a.1433267413608675/2675421816059889/?type=3&theater

Entrambi i fattori sono molto importanti, poiché alcuni tipi di materiali possono avere un alto livello di filtrazione, ma un livello di traspirabilità molto basso.

Quali sono i migliori tessuti per creare delle mascherine?

Dopo aver provato 30 materiali diversi, gli esperti sono giunti alla conclusione che i seguenti cinque sono i migliori:

  • Denim
  • Tela (Canovaccio)
  • Tovagliolo di carta
  • Carta da cucina
  • Lenzuola

Quali materiali sono da evitare? Dei 30 materiali provati ce ne sono alcuni che non hanno superato la prova e sono risultati tra i peggiori per confezionare le nostre mascherine:

  • Magliette 100% cotone
  • Sciarpe di lana
  • Foulard o bandane
  • Velluto
  • Lino

Generalmente, i materiali naturali costituiscono una migliore opzione a quelli sintetici. Questo perché le fibre sintetiche (come il poliestere) tendono ad essere morbide e non filtrano le particelle, ma questo vale anche per il cotone al 100% che risulta avere una trama più ruvida delle fibre naturali.

Puoi trovare lo studio completo in lingua inglese a QUESTO LINK.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi di questo nuovo studio? Condividi il contenuto con i tuoi amici così che anche loro possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

Potrebbe interessarti:
Back to top button