Un amico fedele. Dopo tre anni, un adorabile procione torna sempre a trovare la donna che gli ha salvato la vita

Nikki Robinson è una zoologa canadese che ama la natura e la fotografia e che all’inizio del mese di giugno di tre anni fa ha trovato un cucciolo di procione sul ciglio della strada. Il piccolo aveva solamente poche settimane di vita ed era completamente solo ed indifeso.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nikki Robinson (@red_pangolin)

Per via del periodo, i rifugi della zona erano tutti pieni e, per questo, la donna chiese ai soccorritori e ai riabilitatori della fauna selvatica cosa si potesse fare per aiutare quello sfortunato animale e tutti le dissero di lasciarlo stare che la natura avrebbe fatto il suo corso, altrimenti, l’alternativa sarebbe stata quella di portarlo da un veterinario dove l’avrebbero sicuramente soppresso.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nikki Robinson (@red_pangolin)

Tuttavia, Nikki non riuscì a girare la testa dall’altra parte ed a fare finta di nulla e si mise a pensare al modo in cui avrebbe potuto aiutare il cucciolo, poiché la sua vita dipendeva letteralmente dalla buona volontà della donna. A quel tempo Nikki lavorava a tiempo pieno, mentre sua madre Linda era già in pensione ed avrebbe potuto accudire e alimentare il piccolo per l’intera giornata.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nikki Robinson (@red_pangolin)

Durante un’intervita Nikki ha raccontato che: “La prima volta che lo ha allattato con il biberon, lui l’ha guardata e lei si è sciolta. È stata molto dolce e affettuosa nei suoi confronti fin dall’inizio perché sapeva che ai procioni piace tanto essere accarezzati. Così ha creato un legame molto forte, pur sapendo che prima o poi sarebbe tornato nel proprio habitat“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nikki Robinson (@red_pangolin)

Il piccolo venne chiamato Little Hands e grazie alle cure e alle attenzioni di Linda riuscì a crescere forte e sano, al punto che alla fine dell’estate era pronto per andare per la propria strada. Alle donne venne raccomandato di lasciarlo libero nelle vicinanze, affinché potesse abituarsi gradualmente al cambiamento e che, sicuramente, per un periodo sarebbe ritornato per mangiare ma poi si sarebbe allontanato sempre di più per vivere la propria vita.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nikki Robinson (@red_pangolin)

Ad oggi sono trascorsi tre anni da quanto Little Hands vive in natura in modo indipendente, tuttavia, di tanto in tanto continua a ritornare nella casa in cui è cresciuto solamente per farsi fare le coccole dalla donna, la quale, dopo questa meravigliosa esperienza, ha deciso di continuare ad accogliere e ad accudire i procioni orfani che non hanno un altro posto dove andare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nikki Robinson (@red_pangolin)

Nikki ha raccontato che: “Mia madre ha un’amaca sotto al portico e, ogni giorno, lei si siede lì ed attende che uno dei suoi piccoli amici vada a trovarla per farsi fare un po’ di carezze. Di fatto, credo che pensino che sia effettivamente la loro mamma, perché la amano e tornano persino quando sono adulti“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nikki Robinson (@red_pangolin)

Per vedere altre foto di Nikki, Linda e dei loro meravigliosi animali puoi seguire l’account Instagram red_pangolin.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nikki Robinson (@red_pangolin)

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi della splendida amicizia tra Linda e Little Hands? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

0 Condivisioni

Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.