Un’orca incastrata tra le rocce ha pianto finché alcune persone sono arrivate per aiutarla

Qualche tempo fa, nella baia di Hartley che si trova nella Columbia Britannica, in Canada, un’orca che stava cacciando delle foche insieme al suo branco prese una decisione sbagliata che avrebbe potuto costarle la vita. L’animale si era spinto troppo vicino alle rocce e nel giro di breve tempo rimase incastrato tra di esse, poiché la marea si era abbassata molto velocemente.

La povera orca era letteralmente terrorizzata e confusa, inoltre piangeva dal dolore perché il suo pesante corpo giaceva su dei taglienti scogli che le avevano provocato alcune dolorose ferite. Ma, per fortuna, delle persone si accorsero subito della sua presenza e si misero immediatamente in contatto con il gruppo Cetacean Lab per cercare qualcuno che potesse liberarla; di fatto, se non fossero intervenuti al più presto l’orca non ce l’avrebbe sicuramente fatta, poiché più scendeva la marea, più la sua pelle si seccava.

YouTube/CBC News: The National

Hermann Meuter del gruppo Cetacean Lab, un esperto in animali marini, si recò sul posto per dare una mano e tutte le persone presenti lo aiutarono a coprirla con dei grossi panni umidi e a mantenerla idratata versandole continuamente addosso dell’acqua. Tuttavia, nonostante l’impegno, si trattò di una situazione molto scioccante sia per l’animale che per chi stava cercando di aiutarlo, poiché ogni suo lamento spezzava i loro cuori.

YouTube/CBC News: The National

Fortunatamente, dopo poco l’orca iniziò a calmarsi quasi come se sapesse che tutte quelle persone stavano cercando di aiutarla. Inoltre, l’intervento di Hermann fu assolutamente necessario e provvidenziale perché sapeva esattamente cosa fare, mentre alcuni stavano pensando di legarla con delle corde per trascinarla dove l’acqua era più profonda, ma, per via della conformazione delle rocce e per il modo in cui era rimasta incastrata, quell’operazione le sarebbe risultata di certo fatale.

YouTube/CBC News: The National

Invece, come suggerito da Hermann, tutto ciò che dovevano fare era cercare di mantenerla tranquilla e costantemente idratata nell’attesa che si alzasse la marea. La squadra di soccorso lavorò incessantemente per otto lunghe ore utilizzando tubi di gomma, secchi e panni bagnati perché potesse sopravvivere. Infine, quando la marea si alzò fino a ricoprirla, l’orca riuscì a liberarsi dagli scogli e iniziò a nuotare felice verso il suo branco che la stava aspettando.

YouTube/CBC News: The National

Di seguito il video del salvataggio:

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi del meraviglioso gesto di tutte queste persone? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

0 Condivisioni

Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.