Una coppia ha trasformato un autobus a due piani in un rifugio per senzatetto

Ian e Tammy sono una coppia che vive a Cefn Fforest, nella città di Blackwood in Galles. I due hanno avuto la brillante idea di trasformare un autobus a due piani in un rifugio accogliente per senzatetto.

Con l’aiuto di alcuni volontari e con il gruppo Helping Open People’s Eyes (HOPE), la coppia gallese è riuscita a raccogliere i fondi necessari per trasformare un autobus in un ambiente confortevole, dotato di cucina, mobili, letti, docce e servizi igienici per tutti i bisognosi.

L’idea è nata lo scorso anno, durante un viaggio a Bristol, dove sono venuti a conoscenza di un progetto simile chiamato “Bristol Home for the Night“.

I due danno una mano alle persone bisognose già da 4 anni e, dopo aver visto l’autobus di Bristol realizzato da Jasper Thompson, hanno preso la decisione di raccogliere fondi per aiutare le persone più povere del loro quartiere. Inoltre, il progetto Hope non è stato registrato come ente di beneficenza e, per questo, per ottenere i fondi necessari hanno dovuto fare affidamento solo su lotterie e donazioni locali.

Inizialmente, Ian è riuscito a ottenere 5000 sterline, con le quali ha comprato un autobus e lo ha convertito in un posto sicuro. Con l’aiuto dei volontari, l’uomo è riuscito a installare 12 posti letto, un angolo cottura, delle docce e un piccolo salotto, con una spesa finale di 20 mila sterline.

Ma il progetto non finisce qui, poiché l’uomo sta raccogliendo ancora dei fondi per fare in modo che l’autobus si possa spostare per le vie della città, rendendolo ancora più utile.

Anche se trasformare un autobus in un rifugio è stato un duro lavoro, i due affermano che ne è valsa la pena.

Per maggiori informazioni sul progetto puoi visitare il sito H.O.P.E. Bus

Potrebbe interessarti Un cane randagio si è preso cura per tutta la notte di un anziano con l’Alzheimer che si era perso. Non si è mai allontanato da lui

Cosa ne pensi del progetto di Ian e Tammy? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano conoscere questa splendida iniziativa. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Se hai una storia da raccontare, scrivi a info@curiosandosimpara.com

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

10K Condivisioni

Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>
Close

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.