“Lotta per i tuoi figli, non stancarti di amarli”. Non rinunciare

Lotta, nessuno ha mai detto che sarebbe stato facile.

Nessuno ti ha mai detto che le tue aspettative sarebbero state soddisfatte. Se pensavi che ciò che ti aspettavi potesse accadere, è meglio se ti guardi allo specchio e ti dici che sarebbe meglio non mentire a se stessi.

Ogni persona che nasce, ogni figlio, ha una propria missione nella vita e ha bisogno di un determinato tempo per crescere. Ogni figlio porta con sé una propria melodia, e non per forza dev’essere quella che pensavi che avrebbe suonato.

Lotta, perché tutte le cose difficili ti stanno accadendo per un motivo.

Ricopri la tua anima di fede, rinforza il tuo cuore con il coraggio e ricorda alla tua mente che tuo figlio è nato per un motivo specificio che ancora devi scoprire.

Combatti, perché anche le lotte ti portano a crescere. Papà e mamme lontani dalla perfezione e sempre vicini all’errore.

L’uomo che ha vissuto tutto questo ha appena compiuto 50 anni.

Ora suo figlio è un grande leader, tuttavia, nonostante oggi la sua storia sia piena di luce, anni fa, a fare da padrone erano le oscure ombre della disperazione.

Lui dovette far intervenire la polizia per far arrestare il proprio figlio. Le droghe oramai lo avevano dominato.

Il senso di colpa e le preoccupazioni per il suo più grande tesoro avevano rivelato un papà esemplare. Per diversi motivi, in quella casa non c’era una mamma, ma c’erano solo un padre e un figlio. E, forse, quella fu una delle ragioni per cui quel figlio divenne per il proprio padre un estraneo pieno di rabbia.

L’uomo fece ricoverare più di una volta il proprio figlio, il quale gli diceva: “Ti odio papà. Perché non mi lasci in pace?”. E il padre gli rispondeva sempre con le stesse parole: “Perché ti amo“.

Ci provò più e più volte. Era un padre a pezzi che non aveva più lacrime da versare e che non sapeva più a cosa pensare: “Io mi sentivo perduto e mio figlio anche, una confusione spaventosa“.

Alla fine, suo figlio venne ricoverato ancora una volta, ma quella volta al padre sembrò che ci fosse la speranza di ritornare a vivere e respirare. Il percorso fu molto arduo per entrambi.

In una storia come questa è difficile stabilire delle responsabilità o trovare delle spiegazioni, il solo fatto di sentirsi vulnerabili, di riconoscere a se stessi che le aspettative sono dei miraggi e di prendere il meraviglioso miracolo della vita come viene, un giorno alla volta, è importante, altrimenti diventa un tormento.

L’uomo non ha mai smesso di lottare.

Era esausto nel non vedere dei risultati. Ma, nonostante questo, non si è mai stancato di amare il proprio figlio, nemmeno nei momenti più bui e complicati.

Per questo, continua a lottare. Hai molto da guadagnare in questa lotta. Non rinunciare. Se ne senti il bisogno, cerca aiuto, in questo modo anche tuo figlio ne riceverà. Tuo figlio ne vale la pena, questo è sicuro.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Non credi anche tu che sia molto importante non arrendersi mai per il bene dei propri figli? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano dirti la loro opinione. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

Back to top button