Un nonno lustrascarpe mantiene i suoi 6 nipoti con solo metà del salario minimo: “È come se fosse il nostro papà e la nostra mamma”

Alfredo Suárez è un uomo di 57 anni che vive nel comune colombiano di Fusagasugá, nei pressi di Bogotá, insieme ai suoi sei nipotini, 4 bambine e 2 bambini; per mantenere tutta la sua grande famiglia questo nonno lavora ogni giorno come lustrascarpe, una professione faticosa che lo impegna per molte ore al giorno, ma che lo porta a guadagnare l’equivalente della metà del salario minimo che è previsto nel suo paese.

Durante un’intervista Alfredo ha raccontato che: “Mia figlia li ha abbandonati a poco a poco, perché con il passare del tempo è rimasta senza risorse economiche. Non potevo guardarli crescere in strada, senza niente da mangiare, ed è per questo che li ho portati da me. Mia figlia viveva con il padre dei bambini, poi, dopo che lui se n’è andato abbandonandoli, ha capito che non avrebbe più potuto mantenerli“.

Youtube/Noticias Caracol

Le abitudini quotidiane di questa famiglia numerosa sono piuttosto complicate, poiché, vivendo in una casa di lamiera in cui non c’è nemmeno una cucina, l’uomo è costretto a preparare i pasti all’esterno, su un braciere improvvisato con alcune pietre e una griglia.

Nonostante il cibo a disposizione sia sempre troppo poco, il nonno si sveglia ogni giorno all’alba per preparare la colazione ai suoi piccoli, affinché non vadano a scuola a stomaco vuoto. Tuttavia, tutto questo non è possibile quando piove, poiché non vi è alcun modo per riuscire ad accendere il fuoco e, per questo, quando c’è brutto tempo i bimbi escono di casa senza aver mangiato nulla.

Youtube/Noticias Caracol

Alfredo ha detto: “In diverse occasioni sono andati a scuola senza aver fatto colazione, perché la legna era talmente umida che era impossibile farle prendere fuoco ed è il nostro unico mezzo per cucinare quel poco che abbiamo“.

Ogni giorno, dopo aver affrontato delle lunghe e dure ore di lavoro, con il mal di schiena il nonno arriva nella sua umile casa per ricevere la ricompensa più grande di tutte: l’amore, l’affetto e gli abbracci dei suoi sei adorati nipotini.

Youtube/Noticias Caracol

Quando mi chiedono del cibo e so che non ho niente da dare loro, l’unica cosa che faccio è piangere, piango di tristezza e frustrazione perché vorrei poter dare loro una vita migliore, ma non so cos’altro da fare, ora sono più vecchio e con molti problemi di salute per riuscire a trovare un buon lavoro“, ha confessato l’uomo.

Dall’oggi al domani, questo bravo ed amorevole nonnino si è trasformato in mamma, papà e persino insegnante. Una delle bimbe ha affermato che: “Il nonno si siede con noi tutte le sere e ci aiuta a fare i compiti, ci prepara il pranzo e cerca sempre di prendersi cura di noi, cerca sempre di vederci felici. È come se fosse il nostro papà e la nostra mamma“.

Youtube/Noticias Caracol

La sua storia è stata resa nota dai suoi migliori clienti, gli agenti di polizia di Fusagasugá, i quali hanno deciso di lanciare un appello per aiutare Alfredo e i suoi nipoti, affinché le loro condizioni di vita possano migliorare. Uno degli agenti intervistati ha raccontato che: “Questa campagna è per Don Alfredo e i suoi sei nipoti, speriamo che tutta la Colombia dimostri solidarietà e possa aiutarci a raccogliere fondi sufficienti per sostenere questa famiglia, lo facciamo perché viene dal nostro cuore, perché ognuno di noi è testimone dell’incredibile fatica che giorno dopo giorno quest’uomo fa per la cura e il benessere dei suoi nipoti“.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi dell’incredibile forza di volontà di questo bravo nonno? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button