Il pubblico lo chiama “grassone”. Però guarda quando inizia a ballare

Non si dovrebbero giudicare le persone dall’aspetto e questo ci viene insegnato fin da bambini, ma nonostante ciò il mondo è pieno di pregiudizi.

John Lindo è abituato al fatto che gli altri abbiano dei preconcetti su di lui.

 

È un uomo corpulento e grande e non ha l’aspetto che, solitamente, ha un ballerino.

Solitamente, se sentiamo nominare la parola ballerino, il più delle volte la nostra mente pensa ad una persona in perfetta forma fisica, ben allenata e senza nemmeno un grammo in più di grasso.

Questo, però, non è il caso di John Lindo. Lui è un uomo corpulento e grande, con alcuni chili in più sul girovita. Per via del suo aspetto, Jhon, ha dovuto combattere molte volte contro i pregiudizi. La gente non riesce a credere che sia un eccellente ballerino.

Ha vinto delle competizioni

Di fatto, John, balla lo swing dal 1992, ha gareggiato a livello professionale ed ha vinto diverse competizioni.

Quando John e la sua compagna di ballo sono saliti sulla pista da ballo, durante la competizione di swing dell’anno 2008, si è potuta sentire tra il pubblico mormorante la parola “grassone”.

Si sono posizionati al primo posto senza problemi

Quando John e Deborah Szekely hanno iniziato a ballare, sono rimasti tutti senza parole. Vincono su tutti gli altri partecipanti senza problemi e la sensazione di allegria che trasmette John è davvero meravigliosa. Il luccichio nei suoi occhi dice tutto. Questa storia è un autentico promemoria: “Non bisogna mai giudicare un libro solo per la sua copertina”. Meraviglioso!

La performance della coppia vince su tutte le altre in gara. Alla fine si può vedere che il pubblico è entusiasta.

Guarda il bellissimo video!

 

La storia di John ci insegna che non è possibile valutare una persona solamente per la sua apparenza. Dovremmo cercare di avere meno pregiudizi nei confronti degli altri e di dare più fiducia al prossimo, potrebbe sorpenderci!

Condividi con i tuoi amici questa bella storia e non dimenticare di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Condivisioni 5K

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *