Nel mondo bisognerà seguire un nuovo protocollo per viaggiare in aereo: questi sono alcuni dei principali aggiornamenti

Probabilmente, il mondo non sarà più lo stesso dopo la pandemia causata dal nuovo coronavirus. Di fatto, molte aziende saranno costrette a rivedere i propri processi produttivi per riprendere le loro attività e anche quelle che operano nei trasporti aerei dovranno far fronte a dei notevoli cambiamenti.

Una prima versione del “protocollo per riavviare in sicurezza l’aviazione” è stato stilato dall’International Air Transport Association (IATA), nel quale sono state introdotte delle nuove misure che riguarderanno i voli.

Secondo quanto riportato di recente da La Nación, si tratta di una prima versione e queste nuove misure dovranno essere adottate dai passeggeri prima, durante e dopo il volo, comprendendo anche il passaggio all’interno degli aeroporti.

Di seguito alcuni dei principali cambiamenti da tenere in considerazione:

Prima di recarsi in aeroporto:

Informazioni sui passeggeri. I dati da fornire dovranno essere più dettagliati rispetto al passato, riguarderanno le informazioni di contatto delle persone, le quali potranno anche essere utilizzare in seguito con lo scopo di monitorare eventuali spostamenti. Bisognerà fornire i dati richiesti prima dell’arrivo in aeroporto e vi sarà la possibilità di compilare dei formulari elettronici.

Durante la permanenza nell’aeroporto di partenza:

Controllo della temperatura. La misurazione della temperatura corporea verrà realizzata dal personale preposto all’ingresso del terminal aeroportuale e stabilirà per il passeggero la possibilità di poter viaggiare o meno.

Distanziamento sociale. Questo verrà stabilito in base alle norme e ai regolamenti locali, tuttavia, IATA raccomanda di tenere tra una persona e l’altra una distanza minima di due metri. Per osservare questa regola, bisognerà rivedere e riorganizzare la disposizione del flusso dei passeggeri nei posti di controllo e nei terminal.

Protezioni personali. Ai passeggeri di raccomanda l’utilizzo di mascherine, mentre per gli operatori delle linee aeree e degli aeroporti l’uso di dispositivi di protezione personale.

Pulizia. Gli spazi dovranno essere disinfettati con frequenza e questo dovrà avvenire grazie alla coordinazione dei governi, dei singoli aeroporti e delle linee aeree. Questo punto dovrà essere messo in atto in qualsiasi spazio, compresi autobus, nastri trasportatori, ecc.

Test e tamponi. Nonostante IATA sia consapevole che attualmente non esistono dei test rapidi e affidabili per identificare la presenza del virus, ne raccomanda l’utilizzo. Nel caso in cui questa tecnologia avanzi, verranno effettuati ai passeggeri all’ingresso dei terminal.

Passaporti di immunità. Nel caso in cui un passeggero abbia la possibilità di dimostrare che ha contratto il nuovo coronavirus e che è guarito, potrebbe essere esentato dalla misurazione della temperatura e dall’utilizzo di protezioni personali, come la mascherina. Tuttavia, questo punto dipenderà dai progressi scientifici nel caso in cui possa dimostrarsi l’immunità.

Check-in. Verrà richiesto ai passeggeri di completare la maggior parte del processo relativo al check-in prima di arrivare in aeroporto e, come in passato, vi sarà la possibilità di presentare la carta d’imbarco su di un foglio stampato in precedenza o direttamente sul proprio smartphone.

Deposito bagagli. Il personale delle linee aeree avrà il compito di guidare i passeggeri di modo che possano depositare personalmente i propri bagagli, limitando il più possibile il contatto umano e la manipolazione di oggetti.

Imbarco. Ai passeggeri verrà richiesto di muoversi in modo ordinato che permetterà il distanziamento dalle altre persone. Per questo motivo, sarà necessario rivedere gli attuali spazi preposti.

Sull’aereo:

Secondo IATA, durante il volo, il rischio di trasmissione del virus da un passeggero all’altro è molto basso, questo per via della disposizione dei sedili e per l’utilizzo di filtri HEPA, oltre alla possibilità di direzionare il flusso dell’aria a bordo. Inoltre, viene raccomandato a tutti l’utilizzo di mascherine.

Saranno previsti anche dei cambiamenti per quanto riguarda i protoccoli seguiti dal personale di bordo, come per esempio il modo di servire alimenti e bevande. Oltre a questo, verranno fornite salviettine disinfettanti ai passeggeri, di modo che ognuno possa provvedere ad un’ulteriore pulizia dei propri spazi.

Nell’aeroporto di arrivo:

Sbarco. Vi sarà personale preposto che provvederà alla misurazione della temperatura dei passeggeri.

Controllo delle frontiere e doganali. Per ridurre al minimo i contatti personali, secondo IATA, i governi dovrebbero prendere in considerazione l’utilizzo di opzioni elettroniche che permettano di fare delle dichiarazioni giurate. Inoltre, si consiglia l’utilizzo di scanner per il riconoscimento facciale e per la lettura dei passaporti.

Ritiro bagagli. Le compagnie aeree e gli aeroporti dovranno unire le forze per offrire un servizio rapido, di modo da non fare attendere troppo tempo i passeggeri nelle aree di ritiro. Inoltre dovranno assicurare adeguati spazi perché possano essere mantenute le distanze personali.

Passeggeri in transito. La coordinazione e la collaborazione tra i Paesi sarà fondamentale per poter considerare validi i controlli già effettuati, di modo da non doverli ripetere più volte.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi di questi possibili cambiamenti? Condividi il contenuto con i tuoi amici così che anche loro possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

512 Condivisioni

Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.