Avrai ascoltato questa canzone centinaia di volte, però sicuramente non sai chi la canta

Probabilmente, se hai visto il film “50 volte il primo bacio” interpretato da Adam Sandler e Drew Barrymore, avrai notato che all’interno della colonna sonora è presente una canzone che, una volta ascoltata, è difficile togliersi dalla testa, si tratta di “Somewhere over the Rainbow” che significa letteralemente “Da qualche parte sopra l’arcobaleno”.

Ora, sai chi canta questo bellissimo pezzo?

Si chiamava Israel Kamakawiwo’ole, detto IZ, era un musicista di origini hawaiane e la sua storia ti lascerà un grande vuoto nel cuore.

Da qualche parte sopra l’arcobaleno

Questa bella canzone venne eletta dai discografici statunitensi come “Miglior canzone del XX secolo“; fu scritta da Harold Arlen e Edgar Yipsel Harburg e la versione originale venne interpretata da Judy Garland nel film del 1939 “Il mago di OZ“.

Negli anni successivi è stata reinterpretata da diversi artisti, ma esiste una versione che è particolarmente amata, si tratta di quella riarrangiata dal leggendario musicista hawaiano Israel Kamakawiwo’ole.

Per via delle sue dimensioni era stato soprannominato “Il gigante gentile“, era alto 1,90 cm e pesava intorno ai 340 kg. Il gradevole tono di voce di quest’uomo abbinato al suono giocoso ed elegante dell’ukulele, uno trumento musicale a quattro corde simile ad una piccola chitarra, riuscivano a far provare delle emozioni incredibili a chiunque lo ascoltasse.

Fin da bambino ha coltivato la passione per la musica, ma solo nel 1990 è riuscito a pubblicare il suo primo album ed a vincere il premio dell’Hawai’i Academy of Recording Arts come miglior cantante.

Ben presto è divenuto un artista molto noto nel propio paese, ha lottato come attivista per l’indipendenza delle Hawai ed i testi delle sue canzoni, molto spesso, trattavano temi delicati come quelli dei diritti degli hawaiani.

L’ultimo premio l’ha vinto nel 1997 ed ha seguito la propria premiazione dalla stanza di un ospedale. Questo grande cantante ha sempre sofferto di obesità e, purtroppo, è morto a soli 38 anni a causa di un problema respiratorio che si è aggravato per via del suo peso.

Il giorno della sua morte la bandiera hawaina venne issata a mezz’asta in segno di lutto e furono oltre 10 mila le persone che andarono a salutarlo per l’ultima volta.

Israel aveva un ultimo desiderio e furono tantissime le persone che unirono le proprie forze per riuscire a realizzarlo. Voleva un funerale sulla spiaggia e che le sue ceneri venissero sparse nelle acque dell’oceano Pacifico e così fu. Nel 2003 nel Waianae Neighborhood Community Centre è stato inaguarato un busto di bronzo in suo onore.

revistacultural.ecosdeasia.com

Difficilmente la sua voce e la sua forza verranno dimenticate, continueranno a vivere nei cuori di tutte le persone che hanno amato e che tutt’ora amano la sua musica.

Conoscevi la sua storia? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button