4 insegnamenti buddisti per gestire l’ansia

Il buddismo, come filosofia di vita, è un modo per stare bene con noi stessi e con ciò che ci circonda.

In un mondo che va sempre più veloce e che è sempre più competitivo, che ci obbliga ad assumerci sempre più responsabilità, è normale sentirsi ansiosi e stressati.

Tuttavia, come ben sappiamo, questa tensione spirituale si traduce in un peggioramento della salute. Problemi che possono andare dal cuore fino alla pelle, lo stress si manifesta nel nostro corpo nei modi più diversi.

Inoltre, questi ritmi ci impediscono di vivere il presente, che è l’unica cosa che ci appartiene.

Per questo, i quattro insegnamenti buddisti possono aiutarti a gestire lo stress e l’ansia ed a riconciliarci con noi stessi.

1# Sei responsabile di te stesso

Non serve a nulla dare la responsabilità dei nostri problemi agli altri, perché alla fine, l’atto di liberazione dipenderà sempre e solo da noi stessi.

Non c’è nessun salvatore che viene a cercarci per eliminare tutti i mali.

Se siamo coscienti di questo, dobbiamo essere in grado di capire i nostri limiti ed imparare a far fronte a questi problemi. Questo è l’unico modo in cui la soluzione può essere reale.

2# L’importanza del qui e ora

Come dicevamo, il momento presente è l’unico che ci appartiene. A volte, abbiamo la cattiva tendenza di vivere nel passato o di aspettare continuamente ciò che arriverà.

Però, vale la pena vivere in attesa di ciò che non è qui adesso? In realtà, la chiave per rimanere tranquilli e per ridurre l’ansia è essere capaci di goderci il momento presente.

3# Il valore del non attaccamento

Se basi la tua esistenza su cose o persone, stai limitando la tua libertà e guadagnando sofferenza. Le cose possono esserci, o non esserci più. Le persone possono reagire come speri, oppure no.

Avere la vita piena di attaccamenti ossessivi e cercare di controllare ciò che fanno tutti coloro che ti stanno intorno, è la peggiore delle idee. Oltre alle responsabilità della tua stessa vita, ti farai carico anche delle responsabilità degli altri.

4# Cadrai sempre negli stessi errori
fino a che non imparerai dagli errori stessi

Se le nostre azioni non sono corrette, stiamo creando un karma negativo (azione-causa).

Il buddismo capisce che tutte le persone hanno la possibilità di rimediare ai propri errori, a condizione che si affronti il problema nel modo più adeguato. Ogni azione ha una conseguenza.

Per questo, se senti che stai per ricadere in un errore che hai già commesso, dovresti sederti un attimo, respirare profondamente e pensare: in quale altro modo posso affrontare questo problema?

30K Condivisioni

Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.